Estratto idroalcolico biologico di Biancospino
  • Estratto idroalcolico biologico di Biancospino
  • Estratto idroalcolico biologico di Biancospino

Estratto idroalcolico biologico di Biancospino

22,00 €
Tasse incluse

Estratto idroalcolico biologico
di Biancospino
in flacone con contagocce, da piante spontanee della Val di Lemma (CN)

Confezione da
Quantità

BIANCOSPINO (Crataegus Monogyna Jacq.)
sommità fiorite
Estratto idroalcolico biologico da eco-estrazione ad ultrasuoni.

Il Biancospino è utile nella protezione del sistema cardiovascolare, nel trattamento dell'insufficienza cardiaca lieve come cardiotonico, antiaritmico e contro la tachicardia. Il Biancospino è usato contro l'insonnia nervosa, stati di ansia e stress per la sua azione sedativa del Sistema Nervoso Centrale. I flavonoidi del Biancospino migliorano l’afflusso del sangue al cuore, riducono i grassi nel sangue combattendo il colesterolo e abbassano la pressione arteriosa, specie nelle ipertensioni di origine nervosa.
L'uso di Biancospino è privo di effetti collaterali come quelli della Digitale (Digitalis purpurea, pianta cardiotonica per eccellenza) e non ha effetto cumulativo.
Il Biancospino può amplificare la risposta ai farmaci coronaro-dilatatori; può interferire con l'azione di altri farmaci attivi sull'apparato cardiovascolare (antiaritmici, cardiotonici, ecc.); potenzia l'effetto dei digitalici.
Bibliografia scientifica sulle controindicazioni: Interazioni tra erbe e farmaci. Interazioni farmacologiche. (a cura di Alessandro Oteri, Dipartimento Clinico e Sperimentale di Medicina e Farmacologia, Università degli Studi di Messina)

Proprietà 
Regolare funzionalità dell'apparato cardiovascolare.
Rilassamento e benessere mentale.
Antiossidante.
Regolarità della pressione arteriosa.
Linee guida ministeriali, Ministero della Salute italiano rif. DM 9 luglio 2012 e aggiornamenti gennaio 2013.

Uso 
Diluire un cucchiaino da tè di prodotto concentrato (circa 30 gocce) in poca acqua calda; uno o più cucchiaini al giorno a seconda delle esigenze e dell’età.

Curiosità 
Il biancospino viene chiamato "Valeriana del cuore”.
I frutti del Biancospino erano impiegati come alimento già nei tempo preistorici, come testimoniato dai noccioli accumulati in villaggi lacustri preistorici.
Il suo nome scientifico, il termine latino Crataegus, significa “forte”: il legno del Biancospino è molto duro e viene usato per fini lavori al tornio.

Composizione 
Acqua, Alcool biologico senza glutine, Biancospino biologico fiori e foglie 15% (erba secca)
20° alcolici

La descrizione degli effetti delle piante officinali presente in questo testo non vuole invitare a fare a meno del parere del medico.